STORIA DI OTTAVIO BARBIERI
Leggendario giocatore prima e allenatore poi, del Genoa, a cui e' intitolato il club

Ottavio Barbieri nasce a Genova il 30 aprile 1899, ed e' uno dei pi¨ amati e decorati campioni della ultracentenaria storia del Grifo.
Esordisce in prima squadra nel 1919, al rientro dal fronte dopo la fine della prima guerra mondiale. Riproponiamo ora, dalle parole del figlio, un racconto di quel periodo.

 Foto Storica di Barbieri 

Barbieri

Pasqua 1919 
Mentre i giocatori tornavano mano a mano dal fronte il Genoa aveva combinato un incontro amichevole con una formazione di professionisti inglesi militari in Italia e, come avanspettacolo, una partita fra la sua seconda squadra e la formazione del "I Artiglieria da Fortezza".

Il giovane Ottavio, ventenne, figurava fra le riserve rossoblu.

Finita la gara le due squadre stavano rientrando insieme negli spogliatoi. Stavano rivestendosi tutti quanti, artiglieri e cadetti rossoblu, quando entr˛ nello spogliatoio mister Garbutt il quale guardando Barbieri gli rivolse questa domanda:
"Mi manca il laterale destro, si sente di giocare un'altra partita con la prima squadra?" "Un tempo lo farei ancora volentieri" gli rispose il giovane Ottavio.

In effetti non si limito' a giocare solo un tempo, ma tutti i novanta minuti e fu uno dei migliori in campo, conquistandosi cosi', di fatto, la maglia da titolare nella piu' forte squadra italiana di allora.

Ottavio Barbieri, assieme a Garbutt, fu l'unico a potersi "vantare" di essere tornato al Genoa da allenatore.

La prima volta, avendo inventato il "SISTEMA", quello ortodosso, che in seguito fu adottato anche dal grande Torino e da tante altre squadre.

Ne deriv˛ poi il "MEZZOSISTEMA" che gli consenti, alla guida dei Vigili del Fuoco di La Spezia, di vincere il campionato 43-44, in pieno conflitto mondiale, a tutt'oggi non omologato.

Torno' quindi alla guida del Genoa, nel campionato 1945-46 succedendo ad Ara e Viola, giungendo alla soglia della finale di "Coppa Italia".

 


 

Ecco una cronologia dettagliata della carriera di Barbieri e del Genoa di quegli anni:

1919 - Partecipa, al ritorno dalla I Guerra Mondiale, al "girone di ferro" con squadra militare

1920 - Genoa Finalista del campionato

1921 - Genoa non in finale

1922 - Genoa Finalista del campionato

1923 - Genoa Campione d'Italia

1924 - Genoa Campione d'Italia

1925 - Genoa Finalista

1926 - Genoa non Finalista

1927 - Genoa Finalista

1928 - Genoa Finalista

1929 - Genoa non Finalista

1930 - II posto

1931 - IV post

1931-32 - Ultime partite di Barbieri nel Genoa.

Alcuni record

  • 1922-23 in 28 partite 22 vittorie e 6 pareggi

  • 1923-34 33 partite senza sconfitte

Altre date

  • 1953 e 54 si gioca la "Coppa Barbieri"

  • 17/11/1970 viene fondato il Genoa Club "Ottavio Barbieri" con sede in via Armenia, dove ancora e'.

da sinistra: Barbieri, Bergamino, Garbut (cappotto), Burlando, Santamaria e De Vecchi - 1922

Alcuni giocatori del Genoa, 1922